La sicurezza sul web e nei social: i ‘SupererRoRi’ ci guidano

I progetti interessanti vanno condivisi e fatti conoscere, soprattutto se sono focalizzati sui temi della sicurezza sul web e nei social.

Abbiamo già visto molte volte che la Rete in sé non è uno strumento negativo, ma lo può diventare se non la usiamo correttamente perché sono le persone ad di fatto ad essere pericolose e il non comprendere o capire quali siano le conseguenze delle nostre azioni ci espone (adulti e ragazzi) a molti rischi.

Spesso, le vittime di questo uso scorretto sono adulti, ma è necessario educare anche i più giovani, a un utilizzo consapevole di questi potenti strumenti.

 

La campagna “6 settimane per un web sicuro”

Proprio per educare i giovani sul tema della sicurezza sul web e nei social, lo scorso autunno è stata lanciata una nuova iniziativa di Generazioni Connesse con il Sefer Internet Centre italiano: una campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza in rete:6 settimane per un web sicuro”.

Il Progetto “Generazioni Connesse” è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma “Connecting Europe Facility” (CEF), un programma con il quale la Commissione promuove iniziative per favorire la sicurezza sul web e nei social con un uso positivo e più consapevole ed è coordinato dal MIUR, icon il Ministero dell’Interno-Polizia Postale e delle Comunicazioni, l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, Università degli Studi di Firenze, Università degli studi di Roma “La Sapienza”, Skuola.net, Cooperativa E.D.I. e Movimento Difesa del Cittadino, Agenzia Dire.

 

Si tratta essenzialmente della presentazione di una mini serie fatta come cartoni animati I SupererRoRi Del Web”, incentrata sulle disavventure di 7 personaggi, ognuno dei quali identifica una tematica molto importante come privacy, il sexting e le fake-news… ma soprattutto mostrano in modo chiaro quanto la sicurezza sul web e nei social sia un fattore molto importante.  

I loro nomi sono un vero programma:

  • Chat woman
  • Silver selfie
  • L’incredibile URL
  • L’uomo taggo
  • La ragazza visibile
  • Tempestata
  • Il postatore nero.

Sicurezza sul web e nei social

 

Sicurezza sul web e nei social: la linea Child Helpline (1.96.96)

Video e materiale utile per fare formazione ai ragazzi è disponibile sul sito www.generazioniconnesse.it.
La campagna, oltre all’obiettivo di formazione e informazione, ne aveva un terzo: quello di indicare un numero gratuito dedicato ai ragazzi a cui rivolgersi e chiedere aiuto in casi di difficoltà o di situazioni simili a quelle raccontate nei video.

Tra le tante associazioni e istituzioni che supportano la lotta ai pericoli della Rete e lavorano per la sicurezza sul web e nei social (come la Polizia postale ad esempio), esiste una linea telefonica di ascolto Child Helpline (1.96.96) gestita da Telefono Azzurro dedicata interamente all’aiuto dei più giovani. 

 

Esistono davvero tantissime belle iniziative e altrettante possibilità per formarsi e informarsi: fare prevenzione anche in questo campo è assolutamente necessario. Se avete a che fare con giovani e ragazzi, da oggi, saprete di avere degli ottimi contenuti da poter utilizzare perché la sicurezza sul web e nei social è un percorso di conoscenza e consapevolezza che si impara ogni giorno.

Ti è piaciuto il post? Condividi!
0

Rosa Giuffrè

Consulente per la comunicazione digitale, formatrice e blogger. Docente e autrice di libri su social education e cultura digitale. Mediante strategie e percorsi di formazione personalizzati affianca professionisti e piccoli imprenditori che vogliono abitare il web e i social network in modo sicuro e efficace, favorendo la loro consapevolezza e sviluppando la loro identità digitale per raggiungere obiettivi di business perché “il futuro è semplice, è la gente che è troppo complicata!”

Lascia un commento

Fai conoscere il blog 'Social Education' ai tuoi contatti